FJS - Federazione Judo San Marino

L' anello esterno che racchiude tutto il logo risulta aperto sulla sommità dx, il logo non e’ continuo e disegnato su unico tratto, ma ricorda il tratto della scritta  giapponese, da cui ne deriva il significato.

 

Un grande calligrafo e poeta diceva: "Lo spirito deve essere tondo e il principio con cui si scrive e' il cerchio". I gesti del calligrafo, infatti, si compiono su percorsi circolari, senza soluzione di continuita', immediati e ritmati. Questo richiama il costante e ininterrotto fluire della vita, nel suo naturale mutare.

Il cerchio risulta aperto per indicare una forma ti apertura verso gli altri e non di chiusura mentale, non  a caso della sommità del cerchio aperto si inserisce il logo che rappresenta le tre torri di San Marino. Questo elemento del logo e stato effettuato con i tratti grafici della scrittura giapponese  a voler integrare la nostra repubblica con l’origine della disciplina del Judo.

Il logo di San Marino, determina la radice storica della federazione con simbolo di appartenenza alla Repubblica.

 

I 2 judoka che si salutano, simboleggiano un rispetto reciproco, non a caso sono bianco e blu simbolicamente colori della nostra  Repubblica ma soprattutto nel judo sono il tratto di unione tra modernità e tradizione. Il judogi bianco e’ il simbolo della tradizione, il blu la modernità di uno sport che si adegua ai canoni moderni per arrivare sempre di piu’ vicino ai giovani.

 Il rei è un concetto fondamentale per tutte le arti marziali di origine giapponese in quanto espressione della cortesia, del rispetto e della sincerità. Il rituale del saluto è semplice nella sua forma esteriore, ma molto complesso nel suo aspetto interiore; è una presa di coscienza di se stessi, dei compagni, della palestra e dell'arte che si sta per praticare e non deve mai diventare un automatismo, un'abitudine o un obbligo imposto dal maestro. Il saluto non simboleggia una superficiale manifestazione di educazione, ma un lavoro completo sulla persona: la ricerca di una migliore adesione alla via (). Il praticante, attraverso il saluto, si predispone correttamente all'allenamento, che richiede pazienza, umiltà e controllo dei propri sentimenti, e dunque un lavoro disciplinato, costante e diligente. Questo è lo spirito della via marziale: l'umiltà è un atteggiamento che bisogna assumere nella vita, la prima lotta che bisogna vincere è quella contro la propria presunzione.

Acronimo della Federazione “FJS”  federazione Judo San Marino

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now